“L’etichetta di origine tutela il sistema virtuoso degli allevatori sardi”

Home \ “L’etichetta di origine tutela il sistema virtuoso degli allevatori sardi”
Data Creazione: 
14 Ott 2016 - 10:30

L’Associazione regionale allevatori plaude alla notizia del via libera Ue all’etichetta di origine per il latte e i suoi derivati.

“Un’ottima notizia per il sistema allevatoriale sardo – commenta il presidente dell’Aras Stefano Sanna –. Chi lavora seriamente ha solo vantaggi dalla trasparenza. Con l’etichetta di origine si rende giustizia e si tutelano gli allevatori (oltre che i consumatori) che producono latte e formaggio di altissima qualità grazie anche al contributo dei nostri agronomi e veterinari con i quali si è creato un sistema virtuoso. Infatti i valori delle cellule somatiche contenute nel latte sono addirittura di gran lunga migliori rispetto ai valori indicati dalla Ue; la carica batteria è bassissima, per questo l’83 per cento del latte ovicaprino sardo può essere trasformato a latte crudo; inoltre il contenuto di inibenti è il più basso al mondo. Insomma – rimarca Sanna – facciamo scuola”.

Sulla stessa linea il direttore dell’Aras Marino Contu. “La nuova etichetta valorizza e tutela al meglio gli allevatori sardi che potremo definire, senza paura di essere smentiti, all’avanguardia. Lo dimostra anche il fatto che il nostro laboratorio di Oristano si è già dotato del food scan, grazie al quale possiamo fornire ai trasformatori l’etichetta nutrizionale europea. Questo nuovo strumento consente di effettuare le analisi del latte e dei latticini, in brevissimo tempo (meno di 48 ore) determinando sei parametri: grasso totale, grassi saturi, zucchero, proteine, cloruri e calorie. Servizio che stiamo fornendo in alcuni minicaseifici e stiamo procedendo a diffonderlo anche tra le strutture di trasformazione più grosse”. 

Tipologia: