Le donne pilastro portante delle aziende agropastorali della Sardegna

Home \ Le donne pilastro portante delle aziende agropastorali della Sardegna
Data Creazione: 
9 Mag 2017 - 12:45

 

Milena Melis di Assemini è la titolare di un'azienda iscritta al libro genealogico: è stata premiata durante la Mostra di Macomer

Azienda, casa, famiglia e selezione. In quattro parole è possibile condensare il variegato mondo di Milena Melis, classe 1960 da Assemini, unica donna a partecipare con le sue pecore alla Mostra Nazionale degli ovini di razza sarda di Macomer. Il suo allevamento è iscritto al libro genealogico dal 1993, e il rapporto costante e diretto con i tecnici dell’Aipa di Cagliari, ha permesso di migliorare costantemente la selezione genetica del gregge. Per questo è stata premiata dal Rotary Club macomerese: per essere l’unica imprenditrice tra i trenta partecipanti alla grande manifestazione che si è chiusa ieri e organizzata da Assonapa, Aras e Aipa e Comune di Macomer nell’area fieristica di Sant’Antonio. 
“Mi alzo presto, alle 4, per andare a mungere con mio figlio e mio marito. E dopo pulisco la sala mungitura per poi rientrare in casa e occuparmi del resto. Mi sono sposata a 18 anni, e ho sempre fatto questo. Con mio marito partecipiamo alla mostra di Macomer da tantissimi anni ed è sempre una grande soddisfazione”. Racconta la sua vita mentre da una scatola prende tre contenitori che contengono degli ottimi dolci. “Li ho fatti il giorno prima della Mostra – racconta – sono freschissimi”. Milena rappresenta quella figura fondamentale che ha fatto grandi numerose aziende della Sardegna: oltre ad avere uno spiccato spirito imprenditoriale, e a condurre brillantemente uno dei trenta migliori allevamenti della Sardegna, è moglie, madre, assistente domestica, cuoca, pasticcera e chissà cos’altro. Un ruolo il suo, che è presente nella maggior parte delle aziende agricole e questo è visibile negli stand che ospitano pecore, arieti e agnelle dove con i pastori spesso e volentieri ci sono le mogli, o le figlie, o le madri. Presenze discrete senza le quali però la struttura aziendale subirebbe pesanti contraccolpi. “Le donne apportano nel posto di lavoro non solo la propria manodopera ma anche la grande sensibilità femminile” hanno affermato in sede di premiazione i rappresentanti del Rotary e Rossana Ledda vice Sindaco di Macomer. “La mia famiglia fa questo da sempre e ogni giorno, nonostante le grosse difficoltà che siamo costretti ad affrontare, cerchiamo di migliorarci e raggiugere sempre livelli più alti” ha raccontato ancora l’imprenditrice di Assemini. Livelli costanti di miglioramento che avvengono grazie al monitoraggio costante delle associazioni interprovinciali di allevatori che facendo capo ad Assonapa gestiscono la selezione. “Si tratta di una eccellente isola nell’isola – sottolinea Stefano Sanna, presidente Assonapa – dove all’interno del grande mondo dell’allevamento ovino sardo, c’è quello delle massime eccellenze genetiche, della ricerca, dello studio e di un mondo di imprenditori che fa costantemente investimenti per il miglioramento della razza sarda”.

Tipologia: